Hai tempo fino alle 10:56 per completare il tuo acquisto

Giuseppe Pambieri in “TIESTE” di Seneca
Giuseppe Pambieri in “TIESTE” di Seneca
SINOSSI
Il Tieste di Seneca è una tragedia sulla vendetta e l’inganno, ma è soprattutto la violenza che viene declinata in tutte le sue forme, dal sopruso e dalla prevaricazione di chi è al potere, al disprezzo di qualsiasi norma giuridica che regoli la convivenza civile. L’odio familiare divora ogni cosa e rappresenta l’impossibilità di qualsiasi pacificazione sociale. Il re Atreo – interpretato da uno straordinario Giuseppe Pambieri - si vendica del fratello Tieste (Gianlugi Fogacci) che tempo prima ha cercato con l’inganno di sottrargli il regno e di sedurre sua moglie. Atreo finge di volersi riconciliare con il fratello e lo invita ad un banchetto, ma gli servirà come pietanza i suoi figlioletti appena uccisi. Sergio Basile è l’ombra di Tantalo.
SINOSSI
Il Tieste di Seneca è una tragedia sulla vendetta e l’inganno, ma è soprattutto la violenza che viene declinata in tutte le sue forme, dal sopruso e dalla prevaricazione di chi è al potere, al disprezzo di qualsiasi norma giuridica che regoli la convivenza civile. L’odio familiare divora ogni cosa e rappresenta l’impossibilità di qualsiasi pacificazione sociale. Il re Atreo – interpretato da uno straordinario Giuseppe Pambieri - si vendica del fratello Tieste (Gianlugi Fogacci) che tempo prima ha cercato con l’inganno di sottrargli il regno e di sedurre sua moglie. Atreo finge di volersi riconciliare con il fratello e lo invita ad un banchetto, ma gli servirà come pietanza i suoi figlioletti appena uccisi. Sergio Basile è l’ombra di Tantalo.
Orari
Torna alla mappa
Posti
Seleziona un orario
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.