Hai tempo fino alle 10:05 per completare il tuo acquisto

Antonio Forcione Quartet feat. Luca Ciarla "Tears of joy"
Antonio Forcione Quartet feat. Luca Ciarla "Tears of joy"
Molisano di nascita ma da quasi quarant’anni londinese di adozione, Antonio Forcione è chitarrista applaudito ovunque nel mondo, dall’Europa all’India, dall’Australia all’Asia, vanta collaborazioni prestigiose in ogni ambito musicale e gode dell’ammirazione dichiarata di numerosi big, tra cui Paul McCartney e Paco De Lucia, mito mondiale della chitarra. Definito dalla stampa britannica “Jimi Hendrix acustico”, Forcione è artista in possesso di grande originalità perché coniuga un inconsueto approccio tecnico (utilizza ogni parte dello strumento, anche in senso percussivo) ed un costante e raffinato senso della costruzione musicale. Sorretto da una tecnica altamente spettacolare, dalle sue chitarre (sempre acustiche ma spesso modificate nella struttura o nel raddoppio della cordiera) l’artista trae suoni di rara delicatezza, humour e passionalità mentre dal punto di vista stilistico ha saputo dare sorprendente omogeneità ad un orizzonte espressivo insolitamente ampio che contempla improvvisazione jazzistica e sonorità africane, cadenze tipiche del flamenco e suggestioni brasiliane, scale arabe ed indiane. L’immaginifica formazione internazionale è completata dal basso acustico di Matheus Nova, dalle percussioni di Jansen Santana e dal violino di Luca Ciarla, ospite speciale del quartetto.
Molisano di nascita ma da quasi quarant’anni londinese di adozione, Antonio Forcione è chitarrista applaudito ovunque nel mondo, dall’Europa all’India, dall’Australia all’Asia, vanta collaborazioni prestigiose in ogni ambito musicale e gode dell’ammirazione dichiarata di numerosi big, tra cui Paul McCartney e Paco De Lucia, mito mondiale della chitarra. Definito dalla stampa britannica “Jimi Hendrix acustico”, Forcione è artista in possesso di grande originalità perché coniuga un inconsueto approccio tecnico (utilizza ogni parte dello strumento, anche in senso percussivo) ed un costante e raffinato senso della costruzione musicale. Sorretto da una tecnica altamente spettacolare, dalle sue chitarre (sempre acustiche ma spesso modificate nella struttura o nel raddoppio della cordiera) l’artista trae suoni di rara delicatezza, humour e passionalità mentre dal punto di vista stilistico ha saputo dare sorprendente omogeneità ad un orizzonte espressivo insolitamente ampio che contempla improvvisazione jazzistica e sonorità africane, cadenze tipiche del flamenco e suggestioni brasiliane, scale arabe ed indiane. L’immaginifica formazione internazionale è completata dal basso acustico di Matheus Nova, dalle percussioni di Jansen Santana e dal violino di Luca Ciarla, ospite speciale del quartetto.
Orari
Torna alla mappa
Posti
Seleziona un orario
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.