Capo d’Orlando Blues Festival 2016
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Data Evento:
5 agosto 2016
Luogo Evento:
Castello Bastione
Città:
Capo d'Orlando
Provincia:
Messina
Categoria:
Concerti, Festival

Prezzo Biglietto

Posto Unico  €10,00

Festival Capo d’Orlando Blues  – 23esima edizione – Castello Bastione

Line Up: Nigga Radio , Dead Shrimp ,  X Jam ft. Deviana P.

Ore 21,30 – DEAD SHRIMP – concerto
Dead Shrimp nasce a Roma, nel novembre 2010, dall’incontro tra Alessio Magliocchetti Lombi e Sergio De Felice, e dall’amore di entrambi per la musica più scarna, profonda e potente che conoscano: il blues.
A seguire – X-JAM BAND feat DEVIANA P – concerto
Il progetto X-JAM, da un idea di Luca Giumetti e di Deviana P., assembla e propone la grande musica delle grandi artiste e interpreti della Black music dagli anni 60 ai nostri tempi.
A seguire – NIGGA RADIO from Simeto to Mississippi – concerto
NIGGA RADIO Un viaggio musicale che parte dalle radici del blues per arrivare ad un suono elettronico e moderno: questo è il progetto dei NIGGA RADIO che da Catania, passando per il concertone del 1° maggio a Roma e girando per tanti importanti palchi in tutt’Italia, arriva a Capo d’Orlando per esplodere sul palco del Festival Blues.
Taste on the road cibo da strada a km. 0 a cura dell’Ass.ne Terra Mare Nebrodi.

// IL FESTIVAL \\
Giunto alla ventitreesima edizione
il Capo d’Orlando Blues costituisce la manifestazione più longeva della cittadina paladina ed è diventato ormai punto di riferimento irrinunciabile per tutti gli amanti della musica di qualità in Sicilia ed oltre.
Il Festival è nato come una vetrina sulla musica popolare americana, il blues, stile musicale che esprimeva tutto il disagio della popolazione afroamericana rapita dalla propria terra d’origine, l’Africa, e condotta in schiavitù nelle piantagioni di cotone degli Stati Uniti d’America. Da qui, via via che trascorrevano le diverse edizioni, l’attenzione degli organizzatori si è spostata sull’aspetto antropologico-culturale del fenomeno, che coinvolgeva in particolar modo gli emigrati siciliani all’inizio del ‘900, i quali si trovarono a condividere con gli afroamericani il gradino più basso della società americana, spesso aiutandosi vicendevolmente per difendersi dalla discriminazione razziale che li colpiva entrambi. La presenza di questi due gruppi etnici, come è stato ampiamente dimostrato, condizionò enormemente la musica pop folk americana, favorì la nascita del jazz.

Acquista il tuo biglietto:

Likes(0)Dislikes(0)

Add comment

19 − uno =